giovedì 12 gennaio 2023

I FIORI DELL' INVERNO

Quattro incontri a partire da sabato 14 gennaio ore 16,30 in diretta live su zoom.
Cosa c'è di più romantico dei fiori invernali? 🤍
Per il nuovo anno regalati o regala ad una persona a cui vuoi bene un corso d'acquarello.
Dipingeremo insieme in modalità online meravigliosi fiori che sbocciano d'inverno, sfidando il freddo e la neve. ❄️
Si tratta di un'esperienza artistica piacevole e rilassante, adatta sia a principianti, sia a chi ha già un po' di dimestichezza con la tecnica dell'acquarello.
Ti aspetto!
Scrivimi, sarò lieta di darti maggior informazioni sui miei corsi.
daniela.fava3@gmail.com

 


domenica 11 dicembre 2022

Mattino di dicembre



 







Mattino di dicembre, i fili d'erba e le foglie sono rivestiti da diamanti sfavillanti, perle preziose dai bagliori argentati.



domenica 20 novembre 2022

Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

 

Oggi, 20 novembre si celebra in tutto il mondo  la giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. La data scelta coincide con il giorno cui l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approvò la Dichiarazione Universale dei diritti del fanciullo, a New York  nel 1959. 


Ma quali sono i Diritti fondamentali?

- Diritto al cibo;
- Diritto a giocare: tutti i bambini hanno il diritto di giocare e divertirsi;
 -Diritto di avere una famiglia;
- Diritto di avere una casa;
- Diritto alla salute;
- Diritto all'educazione;
- Diritto di avere una nazionalità;
- Diritto di avere un nome e un cognome;
- Diritto dei bambini all’uguaglianza, senza distinzione di razza, religione o nazionalità;
- Diritto dei bambini di esprimere la propria opinione;
- Diritto dei bambini a non lavorare.




Ed è infinitamente triste pensare che ancora oggi, in diverse parti del mondo, molti di questi diritti non vengano rispettati.



  Diritto di essere un bambino 


Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare;
chiedo un sorriso di chi sa amare;
chiedo un papà che mi abbracci forte;
chiedo un bacio e una carezza di mamma.

Io chiedo il diritto di essere bambino,
di essere speranza di un mondo migliore;
chiedo di poter crescere come persona.
Sarà che posso contare su di te?

Chiedo una scuola dove posso imparare;
chiedo il diritto di avere la mia famiglia;
chiedo di poter vivere felice,
chiedo la gioia che nasce dalla pace.

Chiedo il diritto di avere un pane,
chiedo una mano
che m’indichi il cammino.

Non sapremo mai quanto bene
può fare un semplice sorriso.

 Madre Teresa di Calcutta




giovedì 17 novembre 2022

Ogni volta che mediti ...

 Ogni volta che mediti,

che fai una visualizzazione o un'affermazione

con l'obiettivo di risanare l'intero pianeta,

entri in sintonia con persone

che sanno facendo la medesima  cosa.


Louise Hay





domenica 13 novembre 2022

Le bacchette magiche della gentilezza

 Ecco un'attività che ho svolto lo scorso anno, in modalità on line, per  la giornata della gentilezza: 

Un laboratorio molto semplice, che potete proporre ai vostri bambini, sia a casa che in classe.


E le bacchette magiche create dalle mie  piccole fatine sono riuscite a far apparire meravigliose parole gentili:


GRAZIE             PER FAVORE             Scusa    BuONgiOrno


 MI DISPIACE                Buonanotte            Prego 



   Ed ora vediamo  cosa ci occorre per costruire 

una bacchetta magica della gentilezza:



Noi abbiamo utilizzato della gomma crepla glitterata

Una sagoma a forma di stella ( va bene anche uno stampino per biscotti)

Un bastoncino di legno (va bene anche un rametto oppure uno spiedino)

La colla vinilica

Dei nastrini colorati

Un paio di forbici

Una matita

   Buona creatività!  


          

venerdì 11 novembre 2022

11 Novembre - San Martino

 Oggi si festeggia San Martino ed è tradizione, in particolare nei paesi nordici, accendere una lanterna, simbolo di calore estivo,  di buon auspicio e di calore umano.

Tradizionalmente è la festa che prepara il cammino verso la luce interiore del Natale.

Per realizzare questa semplice lanterna occorrono: 

Barattolo di vetro

Foglie (vere)

Colla vinilica

Spago

Una candelina da posizionare all'interno della lanterna!

Buona luce a tutti! 




La leggenda di San Martino

C’era una volta un giovane soldato che camminava in una fredda giornata di novembre. Il suo nome era Martino ed era un cavaliere della guardia imperiale, con il compito di sorvegliare l’accampamento per evitare gli agguati dei nemici.
Durante la ronda Martino incontrò un mendicante, vestito di pochi stracci, che tremava per il freddo. Il soldato decise di aiutare il pover’uomo: sfoderò la spada e tagliò in due il suo mantello bianco. Poi ne donò un pezzo al mendicante, perché potesse coprirsi e riscaldarsi. Martino proseguì la ronda vestito a metà, infreddolito ma felice di aver aiutato un bisognoso.
Quella notte, Gesù apparve in sogno a Martino, vestito col pezzo di mantello che aveva donato al mendicante. Gesù disse agli angeli: «Ecco Martino! Questo soldato non è battezzato, ma mi ha vestito». Il giorno dopo Martino si svegliò con il suo mantello intero.
Questo episodio cambiò la sua vita: il giovane si fece battezzare e diventò cristiano. Dopo qualche anno lasciò l'esercito e fu nominato vescovo.


Tratto da portalebambini.it

La giornata mondiale della gentilezza

 

ll 13 novembre, si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale della gentilezza.

 La data del 13 Novembre come World Kindness Day è stata scelta perché è la data d'inizio della conferenza del World Kindness Movement, svoltasi a Tokyo nel 1997, che portò alla firma della Dichiarazione della Gentilezza.

La gentilezza è una qualità che tutti apprezziamo.

Amiamo stare con persone positive, comprensive e dolci che ci trattano con rispetto e considerazione. Tuttavia, è anche una caratteristica rara e difficile da trovare. 


Perché è così difficile essere gentili? Forse, perché non ci soffermiamo spesso a riflettere sulla sua importanza.

Raramente sentiamo un genitore dire che uno dei suoi obiettivi è che il figlio sia gentile né noi adulti ci sforziamo di lavorare su questo tratto.

Siamo più concentrati sul successo, sulla ricchezza o sullo status, in realtà sono i fili che intrecciano le relazioni umane ad avere maggiore impatto sulle nostre vite. Alla luce di ciò, desideriamo ricordare quanto sia meraviglioso essere gentili.

Che cos’è la gentilezza?

La gentilezza è uno dei cinque grandi tratti della personalità definiti dopo approfondite ricerche psicologiche.

Diversi autori indicano che le diverse personalità possono essere classificate sulla base di cinque dimensioni (apertura all’esperienza, estroversione, responsabilità, gentilezza e nevroticismo) e in base al grado in cui ciascun individuo le presenta.

La gentilezza è definita come la tendenza della persona a essere altruista  amichevole, premurosa e fiduciosa.


Le persone gentili sono accomodanti e calme, umili e semplici; provano una grande empatia nei confronti dei sentimenti altrui e sono disposte ad aiutare e far sentire a proprio agio chi le circonda.

Come ogni tratto della personalità, questo si presenta in misura diversa in ognuno di noi. Per eredità genetica, fattori ambientali ed educativi o per un misto di entrambi, non siamo tutti ugualmente gentili. Tuttavia, possiamo lavorare per migliorare in tal senso e ottenere così tutti i benefici che offre.

Essere gentili è un balsamo per il cuore

Quando siamo gentili, addolciamo e facilitiamo la vita di chi ci circonda. Uno sguardo comprensivo, una parola di conforto o un sorriso d’intesa sono in grado di illuminare la giornata grigia di un’altra persona.

Lo abbiamo sperimentato tutti: tristezza, rabbia e delusione sono alleviati dal calore umano ricevuto da parenti o sconosciuti. Poiché non siamo a conoscenza delle battaglie che gli altri stanno combattendo, bisogna sempre essere gentili: il nostro atteggiamento può fare la differenza nella giornata di un’altra persona.





tratto da lamenteemeravigliosa.it